MOSTRE: ROMA, AL VITTORIANO LE OPERE DELL'UNGHERESE FARKAS
MOSTRE: ROMA, AL VITTORIANO LE OPERE DELL'UNGHERESE FARKAS
VELTRONI, CULTURA CANALE DI COMUNICAZIONE TRA I DUE PAESI

Roma, 14 set. - (Adnkronos) - E' stata inaugurata questa mattina presso il complesso del Vittoriano, a Roma, la mostra del pittore ungherese Istvan Farkas, nato a Budapest nel 1887 e deceduto nel campo di concentramento di Auschwitz nel 1944. All'inaugurazione, che fa parte della attuale stagione culturale ungherese in Italia e del programma Budapest-Roma, hanno partecipato, fra gli altri, il sindaco di Roma, Walter Veltroni, e il suo omologo di Budapest, Gabor Demszky.

Sono cinquantadue le opere del pittore ungherese Istvan Farkas che da oggi al 26 settembre rimarranno esposte nel Complesso museale del Vittoriano, in Via San Pietro in Carcere. Si tratta della prima mostra di Farkas in Italia, dopo la sua partecipazione alla Biennale di Venezia nel 1928: organizzata in ordine cronologico, l'esposizione ricostruisce le varie fasi dello sviluppo artistico del pittore, interrotto tragicamente ad Auschwitz nel 1944. Soggetto a doppia deportazione, come ungherese e come ebreo, Farkas venne infatti catturato dai nazisti nell'aprile del 1944. Nel dopoguerra, nei decenni successivi alla sua morte, la sua arte venne dimenticata in Ungheria, considerata dal governo come ''espressione di valori decadenti e borghesi''. (segue)

(Aro/Pe/Adnkronos)