BLU: LA STORIA - 4 ANNI VISSUTI CERCANDO 'FUTURO CHE NON C'ERA'
BLU: LA STORIA - 4 ANNI VISSUTI CERCANDO 'FUTURO CHE NON C'ERA'
DAL PROGETTO NATO NEL '98 ALLA PARTENZA IL 15 MAGGIO 2000

Roma, 8 ott. - (Adnkronos) - Poco piu' di quattro anni di vita vissuti 'intensamente' quelli di Blu, la societa' ceduta oggi formalmente dai soci con la formula del break-up tra gli altri operatori di telefonia mobile. Risale infatti all'estate del 1998 l'idea di dare vita a un gestore che si basasse su un approccio multimediale al mondo dei cellulari radiomobili. Un gruppo di aziende di grande forza e prestigio si uniscono dietro il progetto: sono Autostrade, British telecom, Distacom, Edizioni Holding, Mediaset, Bnl, Italgas, gruppo Caltagirone. Il 19 aprile 1999 il consorzio si trasforma in Spa e il 4 agosto ottiene la licenza per il servizio radiomobile gsm 1800 sul territorio nazionale. Gia' lo slogan punta sull'innovazione: ''Blu, il futuro che non c'era''. E i primi mesi sono scanditi da uno sviluppo che sembra senza sosta.

Il 22 dicembre viene siglato l'accordo con due partner tecnologici: Nokia e Nortel; nel Gennaio 2000 parte la realizzazione della Rete GSM e dei sistemi informativi; nel febbraio del 2000 vengono siglati gli accordi per l'interconnessione con la rete fissa e mobile: il 15 febbraio 2000 l'Authority rilascia l'autorizzazione ad offrire servizi su Internet; a marzo del 2000 c'e' il primo accordo di roaming nazionale; il 30 aprile 2000 Blu si prepara al lancio commerciale con 650 dipendenti e 600 punti vendita.

Il 15 maggio 2000 parte il servizio effettivo su tutto il territorio nazionale: e' la nascita vera e propria del nuovo operatore che per il suo lancio commerciale punta su varie proposte: blu on, blu ever, blu2, blu group, blu voice control, blu connecto, blu ego. (segue)

(Val/Idb/Adnkronos)