MEDIOBANCA: SAI-FONDIARIA, ECCO LE LETTERE MARANGHI-LIGRESTI(3)
MEDIOBANCA: SAI-FONDIARIA, ECCO LE LETTERE MARANGHI-LIGRESTI(3)
'CI SONO LE PROVE DEL RUOLO DOMINANTE DI MEDIOBANCA SU GENERALI'

(Adnkronos)- E ancora, fra i documenti pubblicati da 'La Repubblica', ci sono ''le prove che Mediobanca e Generali intervengono direttamente -scrive il quotidiano- presso l'Isvap, l'istituto di vigilanza sulle assicurazioni, sui problemi finanziari dell'operazione. 'L'insistenza di Gutty sulle condizioni finanziarie di Premafin e sui conti Sai avrebbe convinto Manghetti a prendere coraggio...' appunta Maranghi''. Poi ci sono ''tutte le cifre sui debiti di Ligresti, 392 milioni di euro, di cui ben 316 milioni nei confronti di Mediobanca: oltre l'80%, il che, secondo l'Antitrust, testimonia come anche all'indomani della fusione, piazzetta Cuccia continuera' ad avere un ruolo decisivo nella gestione del polo assicurativo''.

''E ci sono infine le prove -scrive ancora La Repubblica- di come Mediobanca eserciti un ruolo dominante sulle Generali: tutto quello che Maranghi dispone -come attestano i verbali dei comitati di nomine- l'assemblea del Leone approva. L'8 aprile 2002, dopo una riunione con Gutty, Maranghi- ricostruisce il quotidiano- redige un appunto in cui si dichiara insoddisfatto della gestione delle Generali e annuncia l'intenzione di procedere a 'un'ampia revisione della governance operativa'. Pochi giorni piu' tardi, a Gutty vengono tolte le deleghe di gestione'''.

(Sec-Ccr/Adnkronos)