TRAP: IL CT AZZURRO, NON SONO GIOVANNA D'ARCO (2)
TRAP: IL CT AZZURRO, NON SONO GIOVANNA D'ARCO (2)
MI STANNO DENIGRANDO OLTRE IL LECITO

(Adnkronos) - ''Io sono sereno. Capisco le responsabilita' della Federazione, ma non perdo il sonno. Il rapporto con Carraro e' schietto e limpido. Nessuno mi ha chiesto di dimettermi, anzi ho ricevuto attestati di stima''. Nonostante la bufera che lo ha travolto negli ultimi giorni, Giovanni Trapattoni, intervistato da Repubblica, ostenta serenita' sul suo futuro, ma ci tiene a chiarire la sua posizione: ''E' giusto che l'opinione pubblica sappia che non sono un rimbambito, che mi stanno denigrando oltre il lecito. E che, se i risultati della squadra non sono buoni, la colpa e' anche del sistema del nostro calcio''.

''In questo momento -continua Trapattoni.- il mio lavoro e' molto complicato. Col Galles mancavano Totti, Vieri, Inzaghi, Zanetti, Zambrotta. Col solo Vieri, avremmo battuto sia la Jugoslavia che il Galles. Ho messo in campo i migliori rimasti, ma giocatori come Ambrosini e Oddo, che nelle loro squadre giocano meno degli altri, non possono avere lo stesso ritmo dei compagni''. Riguardo al futuro, il Trap e' ottimista: ''Come mi ha detto Vieri, a marzo travolgeremo la Finlandia, con lui e gli altri titolari. Al completo, l'Italia puo' vincere il girone''.

(Bli/Adnkronos)