TRAP: IL CT AZZURRO, NON SONO GIOVANNA D'ARCO
TRAP: IL CT AZZURRO, NON SONO GIOVANNA D'ARCO
''NON MI DIMETTO, FATEMI RECUPERARE CHI MANCA''

Roma, 19 ott (Adnkronos) - ''Se vogliono cambiare, cambino pure, ma c'e'un limite a tutto. Mi sento brutalizzato. ma io non sono Giovanna d'Arco, sono Giovanni e basta''. Giovanni Trapattoni, in un' intervista alla Stampa, risponde cosi' agli attacchi di questi giorni e si difende: ''Ho commesso i miei errori, ho le mie responsabilita', penso pero' che debba esserci un limite a tutto, anche alla storia della confusione mentale''.

Il Trap non ci sta, comunque, a fare da capro espiatorio: ''Io non mi dimetto. E non certo per una questione di vil denaro. Giusto che la Federazione faccia i suoi interessi: aspetto di incontrare il presidente Carraro, mi parlera' e gli parlero'. Resto dell'idea che la situaizone non sia irreparabile. mi lasci recuperare chi manca e poi discutiamone''.

E sulle chiacchiere di una squadra che gli rema contro, Trapattoni dice: ''Sono false. Sapesse quanti mi hanno telefonato. Vieri, per esempio, quello che mi avrebbe scavato la fossa. E molti altri. Lo spogliatoio e' unito, ha sempre apprezzato la mia trasparenza''.

(Bli/Adnkronos)