NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE - LA CRONACA
NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE - LA CRONACA

Catania. Una filiera di fratture eruttive si e' aperta durante la notte sul vulcano. Dalle prime notizie acquisite presso l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania, dovrebbero essere quattro le fratture dalle quali fuoriesce gas misto a magma, dando vita alle classiche fontane di lava dell'attivita' stromboliana. I vulcanologi stanno compiendo le ricognizioni sul teatro dell'eruzione. Sono state oltre un centinaio le scosse di terremoto che dalle 22.25 di ieri sera hanno anticipato l'inizio di una nuova eruzione sul vulcano. Le scosse, le piu' forti di magnitudo 4 della scala Richter, hanno provocato solo danni alle cose, ancora in corso di accertamento, e apprensione tra la popolazione etnea che in alcuni comuni ha preferito trascorrere la notte all'aperto. E' ancora in corso uno sciame sismico. Per precauzione sono stati evacuati 30 turisti che si trovavano a Piana Provenzana sull'Etna, una delle zone piu' colpite dall'eruzione anomala del vulcano. Inoltre, le emissioni di questa mattina hanno danneggiato le due strutture 'Betulle' e 'Provenzana'. L'eruzione dell'Etna, fanno sapere dalla sala operativa della Prefettura di Catania, ha provocato delle fenditure nel manto stradale.

Roma. Giovanni Paolo II ha rivolto il suo pensiero alla pace e al popolo russo, durante la preghiera dell'Angelus in piazza San Pietro. Il Papa ha anche ricordato che i prossimi mesi, fino all'ottobre del 2003, saranno uno speciale ''Anno del Rosario''. Il Rosario e' infatti ''per sua natura -ha detto il Pontefice- preghiera orientata alla pace''. Giovanni Paolo II, dopo l'invocazione affinche' ''nei cuori e tra i popoli prevalgano gesti di giustizia e pace'', ha rivolto una preghiera alla Madonna, figura ''cosi' amata dal popolo russo'', per le vittime della ''penosa vicenda'' accaduta al teatro di Mosca. (segue)

(Sin/Rs/Adnkronos)