NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - L'ESTERO
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - L'ESTERO

Mosca. Tutti gli ostaggi del blitz delle forze speciali russe nel teatro di Mosca sono morti per gli effetti del gas lanciato dalle forze speciali russe. Lo ha dichiarato il dottor Andrei Seltsovsky, in una conferenza stampa, precisando che solo uno dei 117 ostaggi rimasti uccisi e' morto a seguito di ferite da arma da fuoco. Ancora 650 persone sono ricoverate negli ospedali moscoviti, secondo quanto riferisce la Cnn, 200 delle quali versano in condizioni definite gravi.

Gerusalemme. Si chiamava Mohammed A-Kashir, veniva da Nablus, ed aveva 19 anni, il palestinese che oggi si e' fatto esplodere di fronte ad un bar, frequentato da militari israeliani, in una una stazione di servizio alle porte dell'insediamento ebraico di Ariel, in Cisgiordania. Lo ha reso noto la Radio israeliana, precisando il giovane palestinese era nella lista dei terroristi ricercati da Israele. L'attentato e' stato rivendicato dalla Brigata dei martiri di Al-Aqsa. Fonti della sicurezza israeliana hanno rivelato ad Haaretz che A-Kashir risultava scomparso da casa da un mese e che le forze israeliane non erano state in grado di localizzarlo. E' stato intanto confermato che le due vittime dell'attacco erano militari, entrambi riservisti, almeno uno con il grado di ufficiale.

Gerusalemme. Truppe israeliane hanno ucciso, durante un'operazione condotta sotto copertura, tre militanti palestinesi nella citta' di Nablus, in Cisgiordania, fra i quali un esponente delle Brigate dei Martiri di al Aqsa. Lo ha riportato Radio Israele, precisando che il leader dell'organizzazione armata collegata al movimento di Fath si chiamava Ahmad Jawad Allah. Le brigate hanno rivendicato l'attentato suicida avvenuto oggi in una stazione di servizio alle porte dell'insediamento ebraico di Ariel. E veniva da Nablus il kamikaze, Mohammed A-Kashir che aveva 19 anni ed era inserito nella lista dei terroristi ricercati da Israele. (segue)

(Sin/Rs/Adnkronos)