BOND WATCH: SI ACCORCIA SPREAD TRA TREASURY 5 E LUNGA SCANDENZA
BOND WATCH: SI ACCORCIA SPREAD TRA TREASURY 5 E LUNGA SCANDENZA
(di Gianclaudio Torlizzi)

Roma, 2 dic. (Adnkronos/Marketwatch) - Con il miglioramento della condizione dei mercati azionari e dell'economia americana e' ragionale attendersi nei prossimo futuro un rialzo dei rendimenti. Che tendera' a subire una spinta supplementare dalle vendite dei mutui sulla scorta dell'inasprimento dello yield cosi' come la ripresa dell'offerta da parte delle aziende. Dati questi presupposti mantenere posizioni corte o addirittura neutrali appare la decisione piu' sensata. Restringendo l'obbiettivo dell'analisi dei Treasury da notare e' la stasi in cui si trovano i Treasury a scadenza breve (2s) sull'attesa della prossima decisione della Fed in materia di tassi. La convinzione generale e' quella di un 'wait and see' nei prossimi mesi ma ciononostante i trader contattati non sembrano volersi concentrare in questo momento nell'utilizzare i 2s come una delle mete favorite.

Grande attenzione e' invece rivolta ai 5s il cui spread nei confronti del T-10 e T-30 e' andato restringendosi il mese scorso rispettivamente di 20 e 40 punti base. Se dunque la relazione tra andamento azionario positivo e curva dei rendimenti piu' piatta continua a verificarsi e' ragionevole attendersi un proseguimento della tendenza di riduzione spread tra 5/10 e 5/30. Settimana fiacca invece per i corporate spreads che hanno lasciato 1-2 punti base sull'onda di una settimana contraddistinta da bassi volumi di scambio e da una bassa offerta. Nel frattempo gli afflussi nei fondi ad alto rendimento accompagnati dalla bias verso i Treasury a maggiore rendimento contribuiscono a dare un tono migliore al mercato dei corporate spreads in generale. I trader interpellati si attendono tuttavia una fase di profit taking rivolta in particolare al settore immobiliare. Meritevole di attenzione a nostro giudizio invece i settore cable/media.

(Gct/Zn/Adnkronos)