ENERGIA: SVIZZERA STUDIA STRATEGIE DOPO NO REFERENDUM
ENERGIA: SVIZZERA STUDIA STRATEGIE DOPO NO REFERENDUM

Berna, 2 dic. (Adnkronos/ats) - Il Dipartimento federale dell'energia (Datec) chiarira', entro la primavera prossima, la strategia da seguire dopo la bocciatura popolare della legge sull'apertura del mercato dell'elettricita'. E' quanto si legge nella risposta scritta a una domanda del consigliere nazionale Alex Heim (PPD/SO).

Il popolo aveva respinto il 22 settembre scorso la legge sull'apertura del mercato dell'elettricita'. L'Unione europea prevede un'apertura dei mercati a partire dal 2007. Secondo il Datec il no popolare indebolisce la posizione della Svizzera. Al posto di regole generali possono essere conclusi soltanto contratti di diritto privato.

Verso la fine dell'anno, l'Ufficio federale dell'energia proceder sulle varie varianti a un'analisi della situazione e a discussioni con gli ambienti interessati. I risultati di questo sondaggio dovrebbero fungere da base a una decisione del Datec e del Consiglio federale sulle strategie da seguire.

(Ses/Gs/Adnkronos)