FIAT: ANGELETTI, INTERVENTO GOVERNO ORMAI INELUDIBILE (2)
FIAT: ANGELETTI, INTERVENTO GOVERNO ORMAI INELUDIBILE (2)
SCIOPERO INDUSTRIA? NON E' ESCLUSO MA ORA PREMATURO

(Adnkronos) - Quanto alla possibilita' che si profili a breve uno sciopero generale dell'industria, Angeletti non si sbilancia: ''non e' escluso, ma ora e' prematuro''. Ma il leader della Uil non appare comunque ottimista: ''e' elevata la possibilita' -dice- che l'esito del confronto che ripartira' domani al ministero delle Attivita' produttive non sia positivo''.

Il segretario generale di via Lucullo sottolinea che le iniziative del sindacato ''devono avere degli obiettivi e non limitarsi ad essere esercizi di astratta protesta, come a voler sottintendere che prima di arrivare alla proclamazione di uno sciopero generale dell'industria occorre fare delle richieste all'azienda e al governo ancora piu' puntuali e specifiche. Angeletti poi ribadisce che ''il problema sul tappeto non e' la perdita dei posti di lavoro, ma piuttosto il fatto che Fiat Auto e' una industria automobilistica troppo piccola che, prorio per questo determina esuberi. In altre parole il problema occupazione e' l'effetto e quindi per risolvere il problema occorre andare alla radice. In ragione di questa sua analisi, Angeletti sostiene con forza che occorre investire moltissime risorse se nel 2005 si vuole ancora avere in Italia una industria dell'auto. Gli obiettivi del sindacato, quindi, non sono solo quelli di impedire la riduzione del livello occupazionale e della capacita' produttiva, ma anche quello di assicurare all'Italia un azionariato di Fiat Auto capace di sostenere un nuovo rilancio''.

(Ver/Zn/Adnkronos)