GIORNALISTI: FNSI, GASPARRI CI ESCLUDE DA INZIATIVE MINISTERO
GIORNALISTI: FNSI, GASPARRI CI ESCLUDE DA INZIATIVE MINISTERO
''NESSUNA CONSULTAZIONE SU DDL RIFORMA E SU CODICE MINORI''

Roma, 2 dic. - (Adnkronos) - La Fnsi protesta per il mancato coinvolgimento dei giornalisti nelle iniziative del ministero delle Comunicazioni. ''Appare davvero singolare e preoccupante la decisione del ministero delle Comunicazioni di escludere gli organismi rappresentativi del mondo del lavoro, ed in particolare dei giornalisti, da tutte le iniziative, legislative e sociali, che negli ultimi tempi sono state assunte dallo stesso dicastero in materia di comunicazione'', afferma il segretario generale della Fnsi, Paolo Serventi Longhi, in una lettera inviata al ministro delle Comunicazioni, Maurizio Gasparri, e al presidente dell'Authority per le Comunicazioni, Enzo Cheli.

''La Fnsi, nelle scorse settimane -aggiunge Serventi- ha avuto modo di sottolineare come, dopo una riunione collegiale di tutti i soggetti interessati, i rappresentanti della categoria non abbiano potuto intervenire con proposte e suggerimenti sulla riforma della comunicazione proposta dal ministro Gasparri e trasmessa in Parlamento. Domani la Fnsi, cosi' come il Consiglio nazionale dell'Ordine e le altre organizzazioni sindacali del settore, sara' ascoltata dalle commissioni riunite Cultura e Trasporti della Camera. Si trattera', pero', di una utile consultazione parlamentare che viene a valle di una proposta governativa assunta senza rispettare l'impegno ad un coinvolgimento fattivo delle organizzazioni dei giornalisti''.

Serventi definisce poi ''particolarmente grave la realizzazione, formalizzata venerdi' scorso, di un codice di autoregolamentazione sulla Tv e i minori senza alcuna partecipazione dell'Ordine e del sindacato dei giornalisti''. (segue)

(Inf/Rs/Adnkronos)