SICUREZZA: CONVEGNO ''QUADERNI RADICALI''
SICUREZZA: CONVEGNO ''QUADERNI RADICALI''
COME E' CAMBIATA L'ESIGENZA DI SICUREZZA DOPO L'11 SETTEMBRE

Roma, 2 dic. - (Adnkronos) - ''Esigenza di sicurezza e tutela delle liberta' individuali''. E' questo il tema el convegno che la rivista bimestrale ''Quaderni radicali'' e l'Associazione ''Amici di Quaderni radicali'' promuovono dal 4 al 5 dicembre presso la Sala Marini di Palazzo Marini, in via del Pozzetto 158, a Roma. ''Gli eventi dell'11 settembre 2001 hanno mutato il volto del mondo e il modo di esistere delle persone nell'era della globalizzazione? Sono in molti a rispondere di si'. Quello che emerge e', sulla spunta degli avvenimenti e della loro proiezione nell'immaginario collettivo attraverso quei fotogrammi delle torri di New York colpite dai jet e quelli successivi del crollo devastante, una diffusa sensazione di insicurezza, che ha prodotto come conseguenza immediata una serie di interventi, normativi e operativi, che si sono tradotti in limitazione delle liberta' individuali'', osserva il direttore di Quaderni radicali, Giuseppe Rippa, organizzatore del convegno.

Il convegno si articolara' in due giornate. La prima e' dedicata al costo della sicurezza in termini di liberta'. La seconda, sulle esigenze della sicurezza istituzionale e sulle nuove frontiere della sicurezza e delle liberta'. Parecchi i relatori, tra i quali il presidente dell'Eurispes Gianmaria Fara, il vice presidente New Strategy, il prof. Maurizio Navarra, Vincenzo Scotti, il presidente di Alcei Andrea Monti, il prefetto Carlo Mosca.

(Aka/Zn/Adnkronos)