ANTITRUST: A ENI MULTA 1.000 EURO PER POSIZIONE DOMINANTE GAS (2)
ANTITRUST: A ENI MULTA 1.000 EURO PER POSIZIONE DOMINANTE GAS (2)

(Adnkronos) - L'Autorita' Antitrust ha stabilito che l'Eni, entro 90 giorni dalla data di notifica del provvedimento, dovra' fornire una dettagliata documentazione circa le misure idonee a rimuovere l'effetto del comportamento anticoncorrenziale. Misure, spiega l'Autorita' nella nota, ''che dovranno riguardare, in particolare ''i prospettati potenziamenti nella capacita' di trasporto della Rete e le nuove condizioni di offerta alle societa' interessate ad utilizzare la Rete cosi' potenziata''.

L'istruttoria, avviata nell'ottobre del 2001, ha evidenziato che le condotte relative alle modalita' con cui Eni ha dato attuazione alla norma sui tetti antitrust (decreto Letta) costituiscono un abuso di posizione dominante, in violazione dell'articolo 82 del Trattato CE. La norma citata della legislazione italiana imponeva ad Eni di ridurre, dal 1 gennaio 2002, le immissioni di gas al consumo in Italia in misura del 75% dei consumi nazionali. L'Autorita' ha accertato che Eni ha venduto all'estero ad operatori italiani volumi di gas provenienti dai propri contratti 'take or pay' in misura sufficiente a garantire sino al 2007 la copertura di tutta la quota residua appannaggio di terzi operatori fissata dal decreto Letta; inoltre Eni ha concesso al proprio gas ceduto all'estero un accesso prioritario e di lungo periodo alla Rete Nazionale Gas (RNG) di proprieta' della sua controllata Snam Rete Gas, privilegiando il gas immesso dai propri clienti-concorrenti a scapito degli altri operatori indipendenti. (segue)

(Eca/Pe/Adnkronos)