FIAT: BONANNI, BERLUSCONI SMENTISCA AFFERMAZIONI SU LAVORO NERO
FIAT: BONANNI, BERLUSCONI SMENTISCA AFFERMAZIONI SU LAVORO NERO
''IL LAVORO NERO E' ILLEGALE, BASTA CON LE BATTUTE E LA PEDAGOGIA''

Roma, 7 dic. - (Adnkronos) - ''Berlusconi farebbe bene a smentire o correggere le sue affermazioni sul lavoro nero''. Altola' della Cisl, per bocca del segretario confederale Raffaele Bonanni, alle affermazioni del presidente del Consiglio fatte in diretta telefonica a Rete4. Affermazioni, dice Bonanni in una dichiarazione, ''molto gravi: il lavoro nero e' illegale, e lui da presidente del consiglio di una Repubblica che ha il 27% del Pil prodotto in nero dovrebbe saperlo''.

E ''dovrebbe saperlo -continua Bonanni- anche perche' lui ha firmato con noi il Patto per l'Italia, che prevede, nel sostegno al reddito in caso di perdita del lavoro, anche i percorsi formativi, per sfruttare quel periodo di fermo forzato''. Nel caso particolare della Fiat poi, ''e' il suo governo che si e' impegnato, per il tempo che passera' dal fermo delle fabbriche alla ripresa della produzione ad utilizzare quel periodo per imparare a gestire le nuove tecnologie occorrenti a produrre nuovi modelli''.

Insomma, ''Berlusconi farebbe bene a smentire subito: e' ora di finirla con la pedagogia negativa e le battute, che se possono essere fatte dai passanti nelle strade non possono essere fatte dal presidente del Consiglio''.

(Pab/Rs/Adnkronos)