FIAT: MARONI AI SINDACATI, VOLEVATE L'IMPOSSIBILE
FIAT: MARONI AI SINDACATI, VOLEVATE L'IMPOSSIBILE
'QUALCUNO SI E' SENTITO SCAVALCATO'

Cascina Costa di Samarate (Va), 7 dic. - (Adnkronos) - Il ministro del Welfare Roberto Maroni rispedisce al mittente le critiche rivolte dai sindacati al metodo seguito dal governo per affrontare la questione Fiat. ''I sindacati sono scontenti -risponde, a margine dell'inagurazione del museo dell'Agusta a Cascina Costa di Samarate, nel Varesotto- perche' chiedevano una cosa impossibile. Chiedevano a Fiat di ritirare i provvedimenti, chiedevano alla Fiat di fare finta di nulla, di mantenere la situazione degli organici cosi' com'era. Il che avrebbe significato probabilmente la chiusura della Fiat in pochi mesi''.

''Hanno chiesto una cosa impossibile -ripete Maroni- o meglio, hanno chiesto una cosa cui solo Fiat poteva dire di si', di ritirare la procedura. In Italia c'e' una legge che consente alle aziende di iniziare la procedura di cassa integrazione. La procedura si chiude in 25 giorni, dopodiche' le aziende danno attuazione al piano. Di fronte al diniego di Fiat, il governo e' intervenuto per migliorare il piano. Evidentemente -conclude- qualche sindacato si e' sentito scavalcato e da qui ritengo origini la loro posizione di rifiuto''.

(Tog/Rs/Adnkronos)