TARIFFE: SCADUTO IL DECRETO, AUMENTI IN ARRIVO DAL PRIMO GENNAIO (2)
TARIFFE: SCADUTO IL DECRETO, AUMENTI IN ARRIVO DAL PRIMO GENNAIO (2)
(VERSIONE CORRETTA)

(Adnkronos) - AUTOSTRADE: incassato pochi giorni fa il parere favorevole del Consiglio di Stato sul recupero del differenziale tra inflazione programmata e reale, l'adeguamento in atto e' dello 0,8%; a cui va aggiunto l'adeguamento annuo, sempre dal primo gennaio, dovuto al meccanismo di price-cap stabilito dalla convenzione tra Anas e sistema autostradale firmato nel '97. Secondo quanto si apprende, la prossima settimana dovrebbe essere firmata la convenzione aggiuntiva, che adegua ogni anno i pedaggi autostradali in base ad una serie di parametri, tra cui inflazione programmata, fattor di produttivita', coefficiente di qualita' del servizio e incidentalita' sulla rete (diminuita anche quest'anno). Bocche cucite sulla prospettiva di aumento sia tra le concessionarie sia all'Anas, e l'Osservatorio (calcolando anche lo 0,8% recentemente riconosciuto) stima l'aumento tra il 2,7 e il 2,8%, mentre l'anno scorso era stato del 2,5%.

FERROVIE: Trenitalia sconta da quasi un anno il blocco, deciso dall'azionista Tesoro, dell'adeguamento tariffario del 4,2%. I manager del gruppo stanno letteralmente mordendo il freno per ottenere, almeno questo gennaio, l'aumento deciso lo scorso anno, anche in questo caso sulla base di un price-cap composto da 28 parametri. Al momento, fanno sapere fonti del gruppo, dal governo non arriva nessun segnale, ma si fa pressante l'esigenza di avere ''incassi di mercato'', pena un'ulteriore scadimento del servizio. (segue)

(Pab/zn/Adnkronos)