IRAQ: CONSEGNA DOSSIER SU ARMI, SADDAM CHIEDE SCUSA A KUWAIT
IRAQ: CONSEGNA DOSSIER SU ARMI, SADDAM CHIEDE SCUSA A KUWAIT
ALL'ONU 12MILA PAGINE DI DOCUMENTAZIONE E 12 CDROM

Baghdad, 7 dic. - (Adnkronos) - Con un giorno di anticipo rispetto alla scadenza prevista dalla risoluzione 1441 delle Nazioni Unite, il regime iracheno ha consegnato agli ispettori dell'Onu la dichiarazione sui suoi arsenali, mentre Saddam Hussein chiedeva pubblicamente scusa per la prima volta al Kuwait per l'invasione del 2 agosto del 1990.

I funzionari iracheni si sono presentati al quartier generale delle Nazioni Unite a Baghdad a bordo di un convoglio composto da tre veicoli, sui quali era stata caricata una documentazione di circa 12mila pagine, in precedenza mostrata ai giornalisti, ai quali il generale Hussam Mohammed Amin, responsabile della commissione incaricata di tenere i rapporti con l'Unmovic e l'Aiea, aveva ribadito che l'Iraq ''non possiede armi di distruzione di massa''. In realta', alcune delle attivita' descritte essere di tipo civile e militare.

Il dossier - che viene definito ''accurato, totale e completo'' - comprende 1.334 pagine relative alle armi biologiche, 1.823 su quelle chimiche e 6.887 sui missili, piu' altre centinaia sulle armi nucleari. A completare la documentazione - in inglese e in arabo - 12 CdRom che contengono 529 megabyte di informazioni. Copie della dichiarazione verranno adesso inviate al capo dell'Unmovic, Hans Blix, a Cipro, al direttore generale dell'Aiea, Mohammed al Baradei, a Vienna, e al segretario generale dell'Onu, Kofi Annan. (segue)

(Pap/Rs/Adnkronos)