AMERICA'S CUP: SCANDALO ONEWORLD, MCCAW DELUSO E FERITO
AMERICA'S CUP: SCANDALO ONEWORLD, MCCAW DELUSO E FERITO
''OGNI SFORZO PER RISTABILIRE LA VERITA'''

Auckland, 7 dic. (Adnkronos) - Il 53enne miliardario Craig McCaw, fondatore del sindacato con base a Seattle, ha ammesso di essere rimasto deluso e ferito dallo scandalo montato intorno alla vicenda OneWorld. Fatti e parole che stanno minando gli sforzi e le ambizioni della campagna di Coppa America di tutto il sindacato. ''Non ero psicologicamente preparato al dolore causato da questa storia ma ora che la sto vivendo mi dedichero' con tutte le forze per ristabilire la verita'. Certo che questo fine settimana sara' molto intenso per noi'', ha commentato McCaw, la cui vita privata e' sconosciuta eccetto per l'esborso miliardario dovuto alla moglie per il divorzio.

In campo professionale McCaw ha costruito la sua fortuna prima con la tv via cavo e le telecomunicazioni, poi nella tecnologia satellitare. Oltre alla sua passione per la vela, McCaw viene considerato un filantropo e un amante degli animali (ha contribuito a salvare una balena protagonista del film Free Willy) e ha lanciato la campagna ambientale di OneWorld in questa edizione di Coppa America. McCaw arrivera' ad Auckland lunedi', in tempo per assistere all' esclusione della sua imbarcazione dalla competizione o per salire a bordo nel primo match race di semifinale contro Luna Rossa. (segue)

(Nsp/Gs/Adnkronos)