TEOLOGI: ADDIO AD ATWOOD, PALADINO DELLA ''MORTE DI DIO''
TEOLOGI: ADDIO AD ATWOOD, PALADINO DELLA ''MORTE DI DIO''
SOSTENNE LA LIBERTA' D'INSEGNAMENTO DEL TEORICO ALTIZER

Washington, 10 dic. (Adnkronos) - Il teologo americano Sanford Atwood, paladino della teoria che sostiene la ''morte di Dio'', e' scomparso all'eta' di 89 anni ad Asheville, stroncato da un'emorragia cerebrale. Atwood e' stato il primo presidente della Emory University di Atlanta non appartenente alla confessione metodista. Lo studioso ha retto l'Universita' dal 1963 al 1977, ma non poche sono state durante il suo mandato le contestazioni e le polemiche rivolte al suo pensiero teologico, da parte di studenti ed ecclesiastici.

Nel 1965 lo storico delle religioni Thomas J. Altizer, docente alla Emory University, teorizzo', con uno slogan (''God is dead''), quella che di li' a poco sarebbe stata ribattezzata come ''teologia della morte di Dio'', la forma piu' radicale di quel filone, sviluppatosi soprattutto negli Usa, della teologia secolarizzata. Altizer espresse il suo pensiero nei libri ''Il vangelo dell'ateismo cristiano'' (1966) e ''La teologia radicale e la morte di Dio'' (1969), tradotti in una ventina di lingue, tra cui l'italiano.

Il rettore Atwood dette il suo pieno sostegno alle tesi di Altizer, non solo difendo la sua liberta' di insegnamento ma contribuendo lui stesso a questa riflessione, con saggi e libri. Per questo impegno, Atwood ricevette minacce di tagli ai fondi dell'Universita' se non avesse desistito dall'appoggia al filone della teologia radicale. Durante il suo rettorato, Atwood arruolo' nel corpo insegnante la prima donna e il primo docente di colore della storia della Emory.

(Sin-Pam/Pe/Adnkronos)