NATALE: 'BACIO DELLE FESTE' INFETTERA' 500MILA ITALIANI
NATALE: 'BACIO DELLE FESTE' INFETTERA' 500MILA ITALIANI
L'INFETTIVOLOGO, OCCHIO A EFFUSIONI IN STANZE CHIUSE E AFFOLLATE

Roma, 23 dic. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Occhio al 'bacio di Natale'. Le effusioni tipiche della Vigilia in famiglia e dei pranzi del 25 dicembre rischiano di trasformarsi in veicoli di virus. ''Tanto che ogni anno, per colpa di baci, abbracci e riunioni affollate in stanze piccole e chiuse, tra Natale e Capodanno finiscono a letto con febbre, tosse, raffreddore e mal di gola 500.000 italiani''. La stima e' di Fabrizio Pregliasco, responsabile del Laboratorio per l'influenza e le infezioni respiratorie acute dell'Universita' di Milano, che precisa come lo scambio di baci e abbracci favorisca la trasmissione di un vero esercito di microrganismi.

''Le infezioni respiratorie acute - ricorda l'esperto all'Adnkronos Salute - sono facilitate dai viaggi e dal clima tipico di questo periodo. Fra i virus 'a rischio', quello classico dell'influenza, che e' in crescita, ma anche quelli parainfluenzali, adenovirus e coronavirus''. Che faranno trovare sotto l'albero tosse, raffreddore, febbre e sintomi gastroenterici. Come difendersi da questo regalo indesiderato? Pregliasco consiglia di evitare troppe effusioni, vestirsi a cipolla e, soprattutto, non soggiornare in stanze 'sigillate'. ''Meglio cambiare l'aria ogni tanto''.

(Sal/Gs/Adnkronos)