** NOTIZIARIO MEDICINA ** (9)
** NOTIZIARIO MEDICINA ** (9)

(Adnkronos/Adnkronos Salute) -

ORECCHIE: 'A SVENTOLA' SI CURANO SENZA INTERVENTI CHIRURGICI

Per curare le orecchie 'a sventola' dei bimbi con meno di cinque anni d'eta' non e' necessario l'intervento chirurgico. Sono sufficienti una sorta di pinza e un cerotto, per rimodellare stabilmente i padiglioni auricolari. E' la cura 'dolce' (anche conosciuta come 'metodo Auri') proposta da uno studio danese pubblicato sulla rivista 'Archives of Otolaryngology, Head and Neck Surgery'.

Esperti della Gentofte University (Hellerup), hanno sperimentato questo metodo su 44 bambini, dai tre mesi ai cinque anni d'eta', con un orecchio, o entrambe, che sporgevano lateralmente rispetto al cranio. I piccoli dovevano usare la pinza durante la notte per 'distendere' il punto in cui il padiglione auricolare si curvava, mentre, di giorno, dovevano appiccicare le orecchie alla testa con uno speciale cerotto biadesivo. La pinza veniva tenuta in media 4,3 ore a notte e il cerotto 8,9 ore ogni giorno. I risultati hanno mostrato che l'86% delle orecchie erano 'raddrizzate' in modo permanente. Infatti, mantenevano la 'piega' anche 10 mesi dopo il trattamento, con i genitori soddisfatti sia della cura che dei risultati. Anche perche' i bimbi non avevano accusato grossi problemi (solo il 23% ha avuto una leggera e transitoria infiammazione delle orecchie).

Secondo i ricercatori, l'unico limite del metodo e' che richiede costanza e impegno, sia dai genitori che dai bambini. Tuttavia, permette di risolvere precocemente e senza interventi chirurgici un'anomalia fisica che, altrimenti, puo' creare problemi ai bambini durante le prime fasi di socializzazione.

(Sal/Gs/Adnkronos)