41 BIS: ANTIMAFIA SICILIA, SEGNALE DELLO STATO PER VINCERE
41 BIS: ANTIMAFIA SICILIA, SEGNALE DELLO STATO PER VINCERE

Palermo, 23 dic. - (Adnkronos) - ''Il carcere duro si e' rivelato una delle armi migliori per la lotta alla mafia''. Lo ha detto il presidente della Commissione regionale Antimafia della Sicilia, Carmelo Incardona, commentando l'approvazione della stabilizzazione del 41 Bis. ''Rendere definitivo il 41 Bis -ha detto Incardona- e' importante, innanzitutto, perche' dimostra che lo Stato non intende arretrare di un millimetro nella lotta a Cosa nostra''.

''I capi mafia -ha continuato- adesso conoscono quel e' il loro destino, un destino al quale possono sfuggire soltanto con la collaborazione con lo Stato. Ma la stabilizzazione del regime carcerario duro ha una valenza politica notevolissima che smentisce, chi pur di polemizzare sostiene che ci sia un abbassamento della guardia. Si tratta di un provvedimento che dimostra che la lotta alla mafia si fa con gli atti concreti e non con i proclami ne', tanto meno, con le battaglie ideologiche e con le etichette che, in un passato recente, sono state usate come arma di lotta politica per demonizzare con gli avversari e non contro Cosa nostra''.

(Ter/Rs/Adnkronos)