CASO MELIS: MASSIDDA, NON SI CONOSCONO ANCORA I RESPONSABILI
CASO MELIS: MASSIDDA, NON SI CONOSCONO ANCORA I RESPONSABILI
''INCERTEZZA PROCEDIMENTI E IMPUNITA' INCENTIVANO SEQUESTRI''

Roma, 23 dic. - (Adnkronos) - ''Dall'epoca del sequestro Melis, avvenuto a Tortoli' ben cinque anni fa, non sappiamo ancora chi sono i responsabili''. Lo afferma Piergiorgio Massidda, capogruppo di Forza Italia in commissione affari sociali e presentatore di due proposte di legge in materia di sequestro di persona.

''Con questa evidente incertezza nei procedimenti e l'impunita' con cui vengono conclusi c'e' il rischio -aggiunge Massidda- di incentivare la pratica dei sequestri lampo, che spesso non vengono piu' neanche denunciati. Voglio ricordare a questo proposito una ulteriore stortura del sistema: la normativa vigente definisce il sequestro un reato contro il patrimonio e non contro la persona. L'attuale e scandaloso epilogo della vicenda Melis deve essere il momento giusto per riflettere su come affrontare la piaga dei sequestri in questo paese''.

(Cic-Sin/Pn/Adnkronos)