MAFIA: ANTIMAFIA SICILIA, INOPPORTUNO PERMESSO NATALIZIO GIUFFRE'
MAFIA: ANTIMAFIA SICILIA, INOPPORTUNO PERMESSO NATALIZIO GIUFFRE'

Palermo, 23 dic. - (Adnkronos) - ''La legge sui pentiti e' uno strumento insostituibile nella lotta alla mafia, ma qualcosa deve essere certamente rivisto se viene consentito ad un mafioso come Giuffre' di uscire dal carcere per passare con i familiari le festivita' natalizie''. E' quanto dice il presidente della Commissione regionale antimafia della Sicilia, Carmelo Incardona, che ha chiesto alle autorita' giudiziarie di ''evitare di ripetere simili provvedimenti''.

A Giuffre' -ha detto Incardona- e' stato accordato un privilegio che ai familiari delle vittime innocenti della mafia, ai parenti di chi e' stato ucciso dallo stesso Giuffre' e dai criminali a lui simili, viene negato ogni anno. A questi, me compreso, dei familiari sono stati strappati per sempre, non solo per le feste. Concedere tale privilegio ad un criminale come Giuffre', e', per tutti i familiari delle vittime della mafia, offensivo e beffardo''. Incardona ha, infatti, perso il padre ucciso dalla mafia.

''Pur giudicando importante e in qualche caso insostituibile il ruolo dei pentiti nella lotta alla mafia -ha aggiunto Incardona- ritengo inopportuno ed ingiustificato il permesso accordato a Giuffre'''.

(Ter/Rs/Adnkronos)