MAFIA: CASO PELLEGRINO, 'SICILIA 2010' ANNUNCIA USCITA AULA
MAFIA: CASO PELLEGRINO, 'SICILIA 2010' ANNUNCIA USCITA AULA

Palermo, 23 dic. - (Adnkronos) - Il 'caso Pellegrino', anche dopo l'autosospensione, continua a creare polemiche all'interno dell'assemblea regionale siciliana. Nonostante la decisione dell'assessore regionale al territorio e ambiente dell'isola, Bartolo Pellegrino, indagato in un'inchiesta di mafia, di autosospendersi dall'incarico, il gruppo parlamentare 'Sicilia 2010' ha annunciato l'uscita dall'aula nel corso della discussione sulla Finanziaria. ''L'autosospensione -ha spiegato Giovanni Ferro, presidente del gruppo- non e' affatto una soluzione. Vogliamo le dimissioni di Pellegrino''.

Non usciranno dall'aula, ma non accettano ugualmente l'autosospensione di Pellegrino, i rappresentanti della Quercia. Per Antonello Cracolici, segretario regionale dei Ds in Sicilia, ''l'autosospensione non e' praticabile'' e parla di ''formula bizantina''.

(Ter/Pn/Adnkronos)