SAVOIA: IL LUNGO CAMMINO VERSO L'ITALIA, 'DISGELO' NELL'87 (3)
SAVOIA: IL LUNGO CAMMINO VERSO L'ITALIA, 'DISGELO' NELL'87 (3)
AL SECONDO VOTO DEL SENATO MANCANO I 2/3, MA NON SI FA REFERENDUM

(Adnkronos) - 2002 - 5 febbraio. Il Senato vota ad ampia maggioranza, 235 si', il ddl costituzionale che mira a rendere inefficaci i primi due commi della XIII disposizione, quelli che sanciscono appunto l'esilio agli eredi maschi di Umberto II.

2002 - 10 aprile. Il ddl arriva alla Camera. Su 477 presenti i sono 375, i no 54, gli astenuti 48.

2002 - 15 maggio. Il disegno di legge torna al Senato. Ma non si ripete il miracolo della volta precedente. Ottiene 187 voti a favore, 27 contrari, 13 le astensioni. Il quorum per evitare la possibilita' di referendum non e' stato raggiunto.

2002 - 11 luglio. Arriva l'ultimo voto. I maschi di casa Savoia possono tornare in Italia, salvo referendum.

2002 - Ottobre. Non si raggiunge il numero di firme necessarie per chiedere il referendum. Il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi firma la legge costituzionale che consente il rientro dei Savoia, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 26. Cosi' dal 10 novembre Vittorio Emanuele e il figlio Emanuele Filiberto possono tornare in Italia.

(Rre/Gs/Adnkronos)