SAVOIA: IL LUNGO CAMMINO VERSO L'ITALIA, 'DISGELO' NELL'87
SAVOIA: IL LUNGO CAMMINO VERSO L'ITALIA, 'DISGELO' NELL'87
CON PERTINI INIZIA IL DIALOGO TRA LA REPUBBLICA E I 'REALI'

Roma, 23 dic. (Adnkronos) - Dal 10 novembre i Savoia hanno avuto il via libera per il rientro in Italia. Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge costituzionale che ha abrogato la XIII disposizione transitoria che vietava l'ingresso in Italia agli eredi della Casa reale, si concludeva il lungo cammino di avvicinamento di Vittorio Emanuele e del figlio Emanuele Filiberto. Ma ecco tutte le tappe che hanno portato al rientro in Italia.

1987 - E' il presidente della Repubblica Sandro Pertini l'autore del primo 'disgelo' tra la Repubblica e la casa reale. In quell'anno il governo da' luce verde al rientro in Italia dell'ex regina Maria Jose'.

1988 - Il principe Vittorio Emanuele riconosce la repubblica come ''realta' incontrovertibile'' in una lettera inviata all'allora capo di stato Francesco Cossiga.

1993 - E' l'anno della querelle dell'archivio di Umberto. Lo stato italiano chiede conto ai Savoia della mancata consegna di 129 importantissimi infolii. (segue)

(Rre/Gs/Adnkronos)