SAVOIA: VITTORIO EMANUELE RACCONTATO DA UN COMPAGNO DI SCUOLA (3)
SAVOIA: VITTORIO EMANUELE RACCONTATO DA UN COMPAGNO DI SCUOLA (3)

(Adnkronos) - Quanto ai rapporti tra re Umberto e il figlio, Pellecchi riferisce che erano 'buoni'. ''Il grosso problema -aggiunge- era la corte dei miracoli intorno al re, che non so per quali interessi metteva in cattiva luce il principe con il padre''.

''Marina, invece -raccontava il compagno di scuola di Vittorio Emanuele- la vidi per la prima volta negli anni cinquanta. Ma la conoscevo superficialmente. Vittorio Emanuele ne era molto innamorato e lo e' ancora. Marina e' una donna straordinaria, una forza della natura. Il re ne resto' affascinato quando la conobbe anche se da prima si era lasciato condizionare dai commenti della solita corte dei miracoli. Alla nuora dono' antichi gioielli di famiglia''.

Emanuele Filiberto naturalmente Pellecchi lo ricorda fin da neonato. ''Tra Vittorio Emanuele e il figlio -assicura- c'e' un rapporto fantastico di grande affetto, ma anche di rispetto reciproco''. (segue)

(Rre/Rs/Adnkronos)