DROGA: ARRESTI PALERMO, LA COCAINA ARRIVAVA DAL NORD (2)
DROGA: ARRESTI PALERMO, LA COCAINA ARRIVAVA DAL NORD (2)

(Adnkronos) - Le zone in cui spacciavano gli indagati erano il quartiere Pallavicino e Montepellegrino. Qui, grazie al capo della banda, Giovanni Bucaro, che riusciva a dare ordini mentre era agli arresti domiciliari attraverso la moglie, la droga veniva venduta in dettaglio. ''Il giro di traffico di droga era molto elevato -ha spiegato ancora Sergio Lari- basti pensare che un chilo di cocaina presa a 90 milioni di vecchie lire, rivenduta al dettaglio, opportunamente tagliata raggiungeva anche i 900 milioni sempre di vecchie lire''.

Sul ruolo giocato dai due carabinieri arrestati, la Procura di Palermo mantiene il massimo riserbo. ''Si tratta di una operazione molto delicata -ha sottolinato il pm Maurizio De Lucia- e i particolari sono coperti da segreto istruttorio''. I carabinieri avrebbero favorito l'organizzazione mafiosa.

(Ter/Zn/Adnkronos)