IRAQ: DONNE IN GUERRA, IL 'SESSO DEBOLE'? COMBATTE DA SECOLI (5)
IRAQ: DONNE IN GUERRA, IL 'SESSO DEBOLE'? COMBATTE DA SECOLI (5)
ALLA RICERCA DELLE GUERRIERE PERDUTE: QUALCHE SAGGIO E UN PO' DI FILOLOGIA

(Adnkronos) - Alla ricerca delle guerriere perdute si incontrano molti studi, qualche curioso termine da specialisti e, perfino, un ordine cavalleresco.

I LIBRI. Sulle donne in guerra non mancano saggi di approfondimento, a partire dall'immancabile ''Storia delle donne'' di Duby e Perrot, edita in Italia da Laterza, specie nel volume dedicato a ''Il Medioevo'', fino al ''Medioevo al femminile'', sempre dell'editore barese, a cura degli storici Bertini, Cardini, Fumagalli e Leopardi. C'e', poi, ''Donne Guerriere'' di Tim Newark, pubblicato dai Fratelli Mellita, fino al recente ''La crociata delle donne'' di Gasparetto, edito da Piemme nel 2002.

I TERMINI. I filologi ci ricordano che, nel francese parlato durante il Medioevo, esistevano due diverse parole, ''chevaleresse'' e ''chevaliere'': una indicava la moglie del cavaliere, l'altra una donna cavaliere.

L'ORDINE CAVALLERESCO 'PER SOLE DONNE'. A Bologna, invece, fu coniato il titolo di ''militisse'' per le aderenti all'ordine cavalleresco di Santa Maria in Gloria, riservato a signore e signorine, che fu fondato nel 1233.

(Rex/Rs/Adnkronos)