MARTA RUSSO: DEPOSITATE MOTIVAZIONI SENTENZA CONDANNA
MARTA RUSSO: DEPOSITATE MOTIVAZIONI SENTENZA CONDANNA
ALLA BASE DELLA CONDANNA LE DICHIARAZIONI DELLA ALLETTO

Roma, 15 apr. - (Adnkronos) - Caso Marta Russo, depositata oggi la sentenza emessa il 30 novembre dalla seconda Corte d'assise d'appello di condanna nei confronti di Giovanni Scattone (6 anni per omicidio colposo), Salvatore Ferraro (4 anni e 6 mesi per favoreggiamento) e Francesco Liparota (due anni per favoreggiamento). Alla base della decisione, si legge, ''le dichiarazioni accusatorie di Gabriella Alletto: le quali sono risultate attendibili, credibili, convincenti, riscontrate e veritiere''.

In particolare, secondo i giudici, esse ''si sono rivelate in piena armonia con tutti i dati di causa, dalle dichiarazioni testimoniali -quelle di Maria Chiara Lipari e specialmente quelle di Giuliano Olzai- ai dati di generica, dal fallimento degli alibi9 di Scattone e Ferraro alle dichiarazioni di Francesco Liparota e Rosangela Villella; dall'altro non sono state smentite in alcun modo da nessun elemento o accertamento di fatto che sia stato possibile esaminare''. (segue)

(Mel/Zn/Adnkronos)