MARTA RUSSO: 'VIDEOSHOCK', PER CORTE ACQUISIZIONE SUPERFLUA
MARTA RUSSO: 'VIDEOSHOCK', PER CORTE ACQUISIZIONE SUPERFLUA

Roma, 15 apr. - (Adnkronos) - Nelle motivazioni della sentenza sull'omicidio di Marta Russo si fa anche riferimento all'acquisizione dell'audio integrale relativo al 'videoshock'. La Corte, infatti, ha acquisito al fascicolo del dibattimento le trascrizioni integrali delle parti audio ''delle bobine VHS videoregistrate l'11 giugno del 1997 nei locali della Procura di Roma'' in occasione dei colloqui tra Gabriella Alletto e suo cognato poliziotto Gino Di Mauro, compresi i momenti in cui erano presenti i magistrati della Procura.

Secondo la Corte ''appare del tutto superflua invece l'acquisizione del video in quanto tale, che, anche secondo la sentenza della Cassazione ''non puo' avere rilievo se non a fini extraprocessuali, ma non era e non e' destinata ad incidere in alcun modo sulla sua valutazioni sui meccanismi sottesi al libero convincimento del giudice''. Come ha anche reputato la Cassazione nella sua sentenza, il video non e' ''illegittimo'' e dunque ''nulla vieta l'utilizzazione ai fini processuali della trascrizione integrale della parate audio''.

(Mel/Rs/Adnkronos)