NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE - LA CRONACA (5)
NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE - LA CRONACA (5)

Roma. Rischiano fino a tre anni di reclusione e 5 mila euro di multa due ventenni romani, F.D. e N.M., accusati dei reati di accesso abusivo a sistemi informatici e detenzione abusiva di codici di accesso a sistemi informatici. I giovani hacker si erano illecitamente impadroniti di un server di Philadelphia gestito dalla Widestore s.r.l. di Ferrara, societa' che amministra spazi web in tutto il mondo. L'intrusione nel server americano era avvenuta tramite la violazione del sistema del noto colosso statunitense di telecomunicazioni AT&T, di cui gli hacker si erano indebitamente attribuiti la qualifica di amministratori. La polizia postale e delle comunicazioni di Bologna, coordinata dal sostituto procuratore della repubblica Guerra, ha effettuato delle perquisizioni nelle abitazioni dei due giovani, rinvenendo materiale informatico di vario tipo. Dalle indagini e' anche emerso che gli hacker, per celare la loro identita', si connettevano ad internet sfruttando account di ignari cittadini , di cui avevano carpito nomi e codici di accesso. (segue)

(Pab/Opr/Adnkronos)