NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - L'ESTERO (4)
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - L'ESTERO (4)

Baghdad. Dopo le denunce pubbliche dall'ex ambasciatore Joseph Wilson, la Casa Bianca e' stata costretta ad ammettere per la prima volta che il presidente Bush ammette di essersi fidato di informazioni incomplete e forse inaccurate quando ha dichiarato, durante il discorso sullo stato dell'Unione, pronunciato lo scorso gennaio al Congresso, che Saddam Hussein ha cercato di ottenere uranio dal Niger. Alla dichiarazione rilasciata dal portavoce di Bush alla vigilia della partenza per l'Africa viene data una data una grande risonanza dalla stampa americana anche perche' e' arrivata ''dopo un giorno di domande e a volte risposte contraddittorie da parte dei funzionari della Casa Bianca'', come scrive il New York Times, riguardo alle accuse rivolte da Wilson, che domenica aveva scritto un editoriale sul giornale newyorkese e rilasciato un'intervista al Washington Post. Alla fine e' arriva l'imbarazzata ammissione: ''c'erano altre notizie che suggerivano che l'Iraq stava cercando di ottenere uranio in Africa - recita il comunicato - comunque l'informazione non e' dettagliata o abbastanza specifica da renderci certi che questi tentativi furono effettivamente fatti''.

(Pab/Opr/Adnkronos)