NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - L'ESTERO (5)
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - L'ESTERO (5)

Daka. Tristemente famosa come punto di partenza degli schiavi sulle rotte atlantiche, l'isola di Goree, dove oggi il presidente George Bush ha inaugurato il suo tour in Africa con un appassionato discorso sulla piaga della schiavitu' e le dinamiche razziali negli Stati Uniti, e' un luogo particolarmente significativo per la storia del continente africano. Per questo, Bill Clinton l'aveva gia' visitata durante il suo viaggio in Africa nel 1998. L'isola, che dista tre chilometri da Dakar, era un punto chiave della tratta degli schiavi, infatti, milioni di africani ridotti in schiavitu', tra uomini, donne e bambini venivano trasferiti li' dal continente. Nel programma di Bush, la visita ad una delle case degli degli schiavi costruita nel 1776 dai tedeschi. L'isola, infatti, scoperta dai portoghesi intorno al 1400, cadde successivamente nelle mani dei tedeschi che le diedero il nome di Goree. Sono circa 20 milioni in tutto gli schiavi che furono trasferiti sull'isola dal 1536 al 1848. Oggi l'isola e' una famosa localita' turistica, e spesso alcuni discendenti di coloro che furono schiavi si recano in questo luogo alla scoperta delle proprie origini. (segue)

(Pab/Opr/Adnkronos)