NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - L'INTERNO (3)
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - L'INTERNO (3)

Roma. ''Paragonare il ministro Castelli ad un elefante in una cristalliera e' riduttivo. A meno di non considerarlo un elefante in stato di ebbrezza'', dice Guido Calvi, senatore dei Ds e capogruppo in commissione Giustizia. ''La nuova iniziativa sulla separazione delle carriere, preannunciata oggi, dimostra come il ministro consideri la giustizia come il terreno occasionale su cui dare sfogo alle sue stravaganze politiche''. Calvi ricorda che ''in campagna elettorale, la Cdl si era impegnata a realizzare la distinzione delle funzioni. Anche nel disegno di legge per la riforma dell'ordinamento giudiziario, presentato successivamente, il ministro chiedeva la delega per attuare appunto la distinzione delle funzioni''. Parlando dell'annunciato disegno di legge sulla separazione, Calvi spiega ancora: ''Non si capisce se si tratti di un'iniziativa dello stesso ministro della Giustizia, della Lega, di Bossi, o del governo. Lo stato confusionale con cui questo ministro governa la giustizia, nel semestre di presidenza italiana dell'Ue, e' motivo di forte preoccupazione. Venga piuttosto il ministro a illustrare quest'ultima trovata alle Camere. Speriamo che non sbagli strada e non si fermi al Parlamento Padano di Mantova, invece di arrivare a Roma''. (segue)

(Pab/Opr/Adnkronos)