FASCISMO: IL CROLLO IN DIARIO INEDITO DIRETTORE 'STEFANI' (5)
FASCISMO: IL CROLLO IN DIARIO INEDITO DIRETTORE 'STEFANI' (5)
''SONO UMILIATO NEL MIO LAVORO, ORMAI NON ABBIAMO UN GOVERNO''

(Adnkronos) - ''Io firmo lanci d'agenzia e ricevo il rappresentante della D.N.B. barone Halm che mi chiede una conferma o una smentita. Non posso dargli ne' l'una ne' l'altra. Sono umiliato fino ad averne la gola serrata di una simile situazione, ma ormai e' chiaro che siamo praticamente senza un governo responsabile [...]. Finalmente alle 19,45 il maresciallo Badoglio si e' fatto udire al microfono annunciando per radio l'avvenuta capitolazione [...]''.

''Un gran peso sembra scendere sui nostri cuori. La signorina Ferrucci piange lacrime ardenti. I Cubeddu, Montagni, Felletti, Bondanini, non nascondono la loro nera disperazione''. E' la vergogna quella che ci umilia; la guerra - annotava Suster - si puo' perdere ma noi abbiamo ormai e definitivamente perso anche l'ultima briciola di onore [...]. La notizia intanto, spargendosi per la citta', provoca qualche manifestazione di giubilo subito repressa pero', perche' basta pensare un secondo per comprendere che non c'e' veramente nulla da festeggiare, ma tutto da piangere''.

Riflettendo su quelle vicende e condannando il fascismo e il suo Duce che avevano portato l'Italia alla disfatta, Roberto Suster non lesino' gli attacchi al maresciallo Pietro Badoglio e al re Vittorio Emanuele III. (segue)

(Sin-Pam/Gs/Adnkronos)