PALERMO: DALLA TERRA PETROLIO 'MIRACOLOSO' PER LA PELLE
PALERMO: DALLA TERRA PETROLIO 'MIRACOLOSO' PER LA PELLE
A BLUFI IN UN SANTUARIO LONTANO DAL BUSINESS DEL TURISMO

Blufi (Pa), 10 ago. - (Adnkronos) - Bisogna percorrerli tutti quei 115 chilometri che da Palermo portano al cuore della Sicilia. Benvenuti a Blufi, piccolo comune sui monti delle Madonie a 600 metri d'altezza del mare. Benvenuti al Santuario della Madonna dell'Olio, luogo immerso nel verde e fuori da ogni circuito di turismo religioso di massa, e quindi di business, per scelta dei frati, (al momento non c'e' una comunita' che vive li' in pianta stabile, ndr) dove dalle viscere della terra fuoriesce olio minerale 'miracoloso' che fa bene alla pelle e che nel 1700 veniva utilizzato per curare la lebbra.

Un idrocarburo composto da una percentuale di 1,92 di benzina, 33,56 per cento di 'petrolio propriamente detto' e per il resto da 'solforati' come i tiofeni. Le analisi risalgono agli anni '50 e sono dell'allora centro sperimentale dell'industria mineraria di Palermo. ''Proprio la presenza di zolfo - spiega Giovanni Abbate, chimico dell'Agenzia per l'Ambiente della Sicilia commentando i dati - ne fa un olio minerale che fa bene alla pelle, ma non ne fa un prodotto commercialmente appetibile per l'estrazione e la produzione di benzina cos come tutti i petroli che si trovano nel sottosuolo siciliano''. (segue)

(Apa/Rs/Adnkronos)