CALCIO: UEFA, 'TESTA O CROCE' DOPO SUPPLEMENTARI AI RIGORI
CALCIO: UEFA, 'TESTA O CROCE' DOPO SUPPLEMENTARI AI RIGORI
SI POTRA' SCEGLIERE CON UNA MONETA LA PORTA PREFERITA

Nyon, 2 set. (Adnkronos)- Rigori, testa o croce? Cosi' come accadeva sui piazzali delle case popolari nelle partite ''scapoli'' ed ''ammogliati''. La UEFA ha emanato una direttiva arbitrale per stabilire quale porta utilizzare, in caso di calci di rigore dopo i tempi supplementari, nelle competizioni Uefa per club. La direttiva sara' applicata a partire dal 15 settembre, settimana di inizio della fase a gironi della UEFA Champions League. Queste norme sono state approvate dalla Commissione UEFA per Competizioni di Club durante il meeting di Montecarlo della scorsa settimana, in seguito a consultazioni con la Commissione Arbitrale UEFA.

Secondo quanto stabilito dalle nuove norme, l'arbitro decidera', in presenza dei due capitani, che alla ''testa'' della moneta corrispondera' una porta, mentre alla ''croce'' l'altra. Il direttore di gara lancera' quindi la monetina per determinare quale sara' la porta utilizzata per i calci di rigore. Tuttavia, l'arbitro potr sempre scegliere la porta da usare senza lanciare la moneta, per ragioni di sicurezza o di incolumita' pubblica, oppure a seconda delle condizioni del terreno di gioco, dell'illuminazione ecc. In tal caso l'arbitro non sara' tenuto a fornire una giustificazione e la decisione sarebbe definitiva.

Uno dei motivi che hanno portato a questa direttiva e' quello di allentare la pressione che grava sugli arbitri a proposito dei calci di rigore. Il provvedimento infatti da' origine a una decisione imparziale, che deve essere accettata da entrambe le squadre. Alla fine della stagione 2003/04, l'amministrazione UEFA decidera' se includere una clausola riguardante i calci di rigore all'interno delle norme sulle competizioni per club.

(Flo/Pe/Adnkronos)