CINEMA: FELLINI INEDITO, VOLEVA GIRARE FILM SU SERPICO ITALIANO
CINEMA: FELLINI INEDITO, VOLEVA GIRARE FILM SU SERPICO ITALIANO
NEL 1981 IL GRANDE REGISTA STAVA PER INIZIARE LE RIPRESE

Roma, 24 ott. - (Adnkronos) - Federico Fellini voleva girare, nei primi anni Ottanta, un film su un poliziotto romano, che era stato ribattezzato dalle cronache del decennio precedente il 'Serpico italiano'. Il progetto inedito a cui mise mano il grande regista e' rivelato dal quotidiano ''Avvenire'', con un ampio servizio dedicato a Fellini nel decennale della morte, dove si parla, in modo particolare dei suoi film mancati.

Nicola Longo, maresciallo alla sezione narcotici della Squadra mobile di Roma, venne persuaso dallo scrittore e sceneggiatore Tonino Guerra a scrivere le pericolose imprese che lo fecero chiamare il 'Serpico italiano' e che avevano ispirato alcuni film polizieschi negli anni Settanta e Ottanta. Autore e manoscritto (''La valle delle farfalle'', ancor oggi inedito) interessarono subito Fellini, tanto da fare un contratto per un film sulla sua figura e sulle sue avventure.

Nel 1981, mentre tutto era pronto per iniziare le riprese, Fellini litigo' con il produttore Rossellini, e il film venne rinviato. Ma Fellini non rinuncio' al progetto e ne torno' a parlare dopo le riprese de ''La voce della luna''. Nel 1991 e '92 Fellini parlava ancora del soggetto poliziesco. ''Avvenire'', grazie alle ricerche di Rosita Copioli, pubblica un commento di Fellini alle vicende di Longo.

(Sin-Xio/Rs/Adnkronos)