FINANZIARIA: CASTAGNETTI, POCHI EMENDAMENTI A DECRETONE
FINANZIARIA: CASTAGNETTI, POCHI EMENDAMENTI A DECRETONE
TOGLIAMO PRETESTI A GOVERNO PER METTERE FIDUCIA

Roma, 14 nov. (Adnkronos) - Il gruppo della Margherita alla Camera ha deciso di non ripresentare la gran parte dei propri emendamenti al cosiddetto decretone che arrivera' in aula lunedi' prossimo, ''per non offrire anche il minimo pretesto al governo di mettere la fiducia. Ne presentera' non piu' di venti''. Ad annunciarlo e' il capogruppo Pierluigi Castagnetti.

''Il governo infatti, dopo aver deciso di anticipare la gran parte della Finanziaria in un decreto, violando la Costituzione e i regolamenti parlamentari -osserva l'esponente del centrosinistra- pretende ora di approvare il decreto con un voto di fiducia e, per di piu', che verra' messa all'inizio della discussione prima che si avvii l'esame di merito. L'effetto e' un totale esproprio del Parlamento: Finanziaria per decreto, approvazione del decreto con voto di fiducia, fiducia posta all'inizio dell'esame dell'Aula. Mai visto, ne' in Italia ne' in altri Paesi, una simile violenza alla democrazia parlamentare. Profittare della grande emozione del Paese per le vittime di Nassiriya, per perpetrare, nella comprensibile disattenzione dei media e dell'opinione pubblica, -conclude Castagnetti- una simile violazione di regole democratiche elementari, rivela un inqualificabile cinismo politico''.

(Red-Pol/Cnz/Adnkronos)