FINANZIARIA: PEDRIZZI, MANOVRA DI RIGORE E DI SVILUPPO
FINANZIARIA: PEDRIZZI, MANOVRA DI RIGORE E DI SVILUPPO

Roma, 14 nov. (Adnkronos) - Nonostante uno scenario non favorevole, ''gli interventi correttivi predisposti dal governo con la Finanziaria consentono una riduzione del deficit pubblico nel 2004 e negli anni successivi. I saldi di bilancio si mantengono al di sotto del parametro di Maastricht e si verificano contenimenti in termini strutturali, cioe' degli andamenti corretti per tener conto degli effetti del ciclo economico. Negli altri maggiori paesi dell'area euro, invece, i deficit rimarranno nel biennio su livelli ben superiori alla soglia del 3%''. Lo scrive il presidente della commissione Finanze del Senato, Riccardo Pedrizzi, in un intervento su 'Italia Oggi' in cui spiega le ragioni per cui Palazzo Madama ''ha votato ieri questa manovra di rigore e sviluppo''.

Pedrizzi fa il punto su tutte le misure a favore della competitivita' delle imprese, a cominciare dalla TecnoTremonti, e sui principali interventi per lo sviluppo, citando le misure a favore delle pmi agricole e quelle dirette a rendere piu' incisive le attivita' antifrode, a potenziare la lotta alla contraffazione e a tutelate le specificita' dei prodotti italiani.

(Mig/cnz/Adnkronos)