FINANZIARIA: VIA LIBERA DAL SENATO (6)
FINANZIARIA: VIA LIBERA DAL SENATO (6)
ALEMANNO, DUE PASSI AVANTI PER L'AGRICOLTURA

(Adnkronos) - ''Durante l'approvazione della Finanziaria al Senato siamo riusciti a fare altri due passi avanti importanti per l'agricoltura''. Lo dichiara il ministro delle Politiche agricole, Gianni Alemanno, dopo l'approvazione del ddl che passera' ora all'esame della Camera. ''Il primo passo -spiega Alemanno- riguarda il riconoscimento pieno del ruolo della cooperazione quale filiera agroalimentare, agevolando fiscalmente le operazioni connesse alle attivita' agricole sostanziali'', ma soprattutto, sottolinea il ministro, con la Finanziaria si e' finalmente dato risposta ''all'annoso problema delle 'cartelle pazze' creato con la cartolarizzazione Inps del precedente governo di sinistra''.

Un problema, aggiunge Alemanno, che per il Sud ha ''la stessa rilevanza che ha per il Nord la soluzione delle quote latte'' e che ''rappresenta un segnale importante per gli agricoltori meridionali, duramente colpiti soprattutto dalle emergenze climatiche e sanitarie''. In questo senso, conclude il titolare del dicastero di via XX Settembre, ''ringrazio tutti i gruppi parlamentari, che con i loro emendamenti hanno contribuito a creare la base per una soluzione finale, e il ministro Giulio Tremonti che si e' reso disponibile a trovare una soluzione tecnica che non abbassa il rating dell'Italia relativamente alla capitalizzazione dei crediti cartolarizzati''.

Il vice capogruppo dell'Udc in Senato, Ivo Tarolli, sottolinea la coesione con cui la coalizione ha affrontato l'esame della Finanziaria a Palazzo Madama. La Cdl ''e' unita'' ma la verifica del programma di governo ''non deve essere un tabu''', fa sapere. L'esponente dell'Udc commenta poi con soddisfazione i miglioramenti apportati alla Finanziaria con il contributo del suo partito: universita', enti di ricerca, assunzione dei ricercatori, parita' scolastica, fondazioni e amianto. E' un risultato, conclude Tarolli, che ''e' stato possibile perche' su questi temi l'intera Cdl ha dimostrato sintonia di intenti e condivisione delle priorita'''. (segue)

(Red/Rs/Adnkronos)