IRAQ: EXPORT ITALIANO, -71,6% IN UN ANNO
IRAQ: EXPORT ITALIANO, -71,6% IN UN ANNO
MA L'INTERSCAMBIO E' DESTINATO A CRESCERE CON LA RICOSTRUZIONE

Roma, 14 nov. (Adnkronos/Aki) - Quasi 53 milioni di euro nel periodo da gennaio a luglio 2003: a tanto ammonta il valore dei prodotti che dall'Italia raggiungono il territorio iracheno, pari allo 0,04 per cento del totale delle esportazioni italiane. Una cifra di molto inferiore rispetto allo stesso periodo del 2002, quando dal nostro Paese erano diretti in Iraq beni per 186 milioni euro, pari allo 0,12 dell'export totale. In termini percentuali, in un anno le esportazioni italiane verso l'Iraq sono calate del 71,6 per cento.

L'interscambio, secondo i dati forniti all'ADNKRONOS INTERNATIONAL dall'Osservatorio economico del ministero delle Attivita' produttive su base Istat, appare tuttavia destinato ad aumentare in base al programma di ricostruzione dell'Iraq. Dal canto suo, nei primi sette mesi dell'anno Baghdad ha esportato in Italia prodotti per 475 milioni di euro (lo 0,31 per cento del totale), contro i 115 dello stesso periodo del 2002, con una variazione del 312,5 per cento. Sono comunque lontani i picchi del passato: il record dell'interscambio nel 1985 con merci esportate in Iraq per 676 milioni di euro e importazioni per 1.134 milioni.

(Brt/Gs/Adnkronos)