FINANZIARIA: BLASI, POLIZZA CALAMITA' E TASSA VOLO ADDIO (2)
FINANZIARIA: BLASI, POLIZZA CALAMITA' E TASSA VOLO ADDIO (2)

(Adnkronos) - In particolare, per quello che riguarda la polizza calamita', introdotta nel corso dell'iter della Finanziaria al Senato, Blasi sta spingendo affinche' essa ''sia eliminata o, per lo meno, venga allontanata nel tempo''. Il motivo principale di questa decisione, risiede nel fatto che ''l'introduzione di questo tipo di polizza rappresenta un aggravio per le famiglie. Da parte mia -aggiunge il relatore- c'e' grande preoccupazione per l'introduzione di questa misura. Occorre avere grande cautela e prudenza, visto che, in alcune zone d'Italia il rischio calamita' esiste ed e' serio, ma, sono perplesso sulla necessita' di generalizzare le polizze anche alle zone piu' sicure''.

Quanto, poi, ai finanziamenti per gli enti locali e le Forze Armate che si tradurranno in emendamenti al ddl, Blasi conferma la volonta' della maggioranza di stanziare risorse aggiuntive. L'accordo di massima e' quello di reperire fondi per 380 milioni (200 per aumenti contrattuali nelle forze armate e 180 per l'adeguamento dei trasferimenti ai Comuni dell'inflazione). Un aumento dell'accise sulle sigarette, caldeggiato da parte della Cdl, sembra scontato. Ma e' altrettanto vero che per reperire le risorse il Governo dovra' pensare ad interventi aggiuntivi. Come per esempio, l'estensione del condono fiscale a tutto il 2002 che potrebbe far entrare nelle casse dello Stato circa 1,5 mld di euro. ''E' una ipotesi -afferma Blasi- su cui si sta riflettendo. La prossima settimana si fara' una discussione generale anche per verificare se l'estensione del condono fiscale e' una strada percorribile''. (segue)

(Del/Pe/Adnkronos)