FINANZIARIA: BUTTIGLIONE, PIU' ATTENZIONE A SICUREZZA E IMPRESE
FINANZIARIA: BUTTIGLIONE, PIU' ATTENZIONE A SICUREZZA E IMPRESE

Roma, 22 nov. - (Adnkronos) - E' necessario ridefinire gli obiettivi del governo e tarare su di essi le leggi finanziarie, soprattutto alla luce di due grandi questioni: la sicurezza e la competitivita'. Ad affermarlo, in una intervista all'ADNKRONOS e' il ministro delle Politiche comunitarie, Rocco Buttiglione. ''La maggioranza ha fatto un programma mirato a cinque anni di sviluppo al 3% che non ci sono stati -spiega Buttiglione-. Questa prima meta' del nostro periodo di governo ha avuto, non per colpa nostra, tassi di sviluppo molto inferiori. Abbiamo avuto due anni e mezzo di guerra. Tutti fanno la retorica della guerra al terrorismo ma se guardate al nostro bilancio vedrete che non e' un bilancio di guerra''.

''E' difficile sostenere -prosegue il ministro- che nel nostro bilancio le priorita' della sicurezza interna e sicurezza esterna abbiano tutta l'attenzione che sarebbe desiderabile in un momento come quello attuale''. Per questo, spiega, ''dobbiamo ridefinire le priorita''. Buttiglione, dunque, ribadisce la necessita' di ''un momento di incontro, di ripensamento, di verifica, che ci consenta di ridefinire gli obiettivi, in modo poi da tarare anche le leggi finanziarie secondo queste priorita'. Io vedrei due grandi questioni: la sicurezza e la competitivita'''. (segue)

(Mig/Rs/Adnkronos)