DROGA: PEDRIZZI, NON SIAMO D'ACCORDO CON MARTINO
DROGA: PEDRIZZI, NON SIAMO D'ACCORDO CON MARTINO
PER NOI IL NEMICO SONO GLI STUPEFACENTI E NON LA LORO PROIBIZIONE

Roma, 25 nov. (Adnkronos) - ''La stima e l'amicizia per il ministro Martino, non ci possono impedire di dichiararci in disaccordo con lui sul proibizionismo in materia di droga. Siamo convinti, infatti, che quello antiproibizionista sia un vero e proprio inganno che si basa su un pregiudizio: ritenere che il problema della droga consista nel fatto che e' vietata''. E' quanto dichiara in una nota Riccardo Pedrizzi, responsabile nazionale di An per le politiche della famiglia e vicepresidente della consulta etico-religiosa del partito, commentando le dichiarazioni del ministro della Difesa, Antonio Martino, in materia di droga e proibizionismo.

''Per noi il nemico e' la droga e non la sua proibizione -aggiunge il senatore- la droga non e' una lavatrice, un televisore o una merendina e non puo' essere assoggettata agli stessi criteri macroeconomici che regolano la circolazione di un qualunque prodotto di mercato. E' una 'bomba chimica', un veleno per l'anima e per il cervello. E' per questa ragione -continua il senatore- che lo spaccio e il traffico di droga sono e devono essere illegali e vengono e devono essere considerati dalla totalita' degli Stati crimini gravissimi da perseguire su scala nazionale e internazionale.

(Nik/Gs/Adnkronos)