RICERCA: UNIVERSITA' VITERBO, SCOPERTO NUOVO MODO PER PRODURRE CARTA
RICERCA: UNIVERSITA' VITERBO, SCOPERTO NUOVO MODO PER PRODURRE CARTA
UTILIZZA ENZIMI, NON INQUINA E HA COSTI BASSISSIMI

Viterbo, 25 nov. (Adnkronos) - Scoperto un nuovo modo di produrre carta. Un procedimento a bassi costi, non inquinante e nel pieno rispetto dell'ambiente. A mettere a punto il nuovo metodo, che utilizza gli enzimi per realizzare fibre vergini, e' stato il professor Giovanni Giovannozzi del dipartimento di agrobiologia e agrochimica, specializzato in biochimica agraria, dell'Universita' degli Studi della Tuscia di Viterbo.

''E' un metodo -spiega in una nota Giovannozzi- al quale il mio gruppo di lavoro si dedica ormai da 15 anni con ottimi risultati, e che utilizza i residui ligneo-cellulosi (paglia, potatura degli alberi, residui del granoturco, ecc.) per produrre fibre da utilizzare per la cellulosa e dunque la carta''. ''A differenza della carta riciclata -continua il professore- non usiamo prodotti chimici per sbiancare, o per eliminare impurita'. Realizziamo fibre attraverso enzimi, prodotti a costi bassissimi con un bireattore''. Il risultato e' una carta completamente priva di residui inquinanti, atossica, utilizzabile anche per gli alimenti. (segue)

(Rre/Cnz/Adnkronos)