ROMA: PROF. BIGGIO SU 'CASO COLOMBO', NON ESISTE USO TERAPEUTICO
ROMA: PROF. BIGGIO SU 'CASO COLOMBO', NON ESISTE USO TERAPEUTICO

Roma, 25 nov. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - ''Non conosco nessuna patologia per la quale puo' essere prescritto il consumo di cocaina a uso terapeutico. Per questo quando ho sentito le dichiarazioni rilasciate dal senatore a vita Emilio Colombo, le ho intese nel senso che il consumo di questa sostanza lo fa 'semplicemente' stare bene, o meglio''. Cosi' Giovanni Biggio, professore di Neuropsicofarmacologia all'universita' degli studi di Cagliari, commenta le dichiarazioni rilasciate dal senatore a vita Emilio Colombo alla magistratura, nell'ambito delle indagini sull'operazione 'Cleopatra', che ha smascherato un giro di droga e sesso nella Roma 'bene'.

''Diverso e' il discorso se la persona in questione e' cocainomane, quindi tossicodipendente. In questo caso - spiega all'Adnkronos Salute - si potrebbe ipotizzare che l'eventuale mancanza di piacere, senza la sostanza, abbia effetti negativi sullo stato di salute, con conseguenti crisi di astinenza e depressione. Da qui, in senso lato, un effetto 'terapeutico'''. E l'ipotesi della dipendenza non e' incompatibile con il periodo di tempo che il senatore a vita ha indicato come inizio del consumo della cocaina, ''perche' per diventarne dipendenti basta meno di un anno''. (segue)

(Sal/Cnz/Adnkronos)