SCUOLA: GILDA, NESSUNA DISCRIMINAZIONE INSEGNANTI RELIGIONE
SCUOLA: GILDA, NESSUNA DISCRIMINAZIONE INSEGNANTI RELIGIONE

Milano, 25 nov. - (Adnkronos) - ''Il Gilda non discrimina nessuno ma l'accordo per le elezioni delle rsu prevede come requisito alla partecipazione, l'essere dipendenti a tempo indeterminato e i docenti di Religione potranno avere tale ruolo solo dopo l'espletamento dei concorsi previsti dalla legge 186 del 2003''. Cosi' Francesc Zaffuto, coordinatore a Milano del Gilda, sindacato insegnanti, replica al presidente dell'Associazione Docenti Cattolici, Alberto Giannino, che lamentava l'esclusione dei docenti cattolici dalle votazioni per le Rsu scolastiche.

''Questi meccanismi non li ha invitati il Gilda -prosegue Zaffuto- ma quando in una compertizione le regole sono state stabilite, i comportamenti devono essere uguali per tutti, a garanzia delle stesse regole. E gia' in un incontro attuato ad ottobre, incalza Zaffuto- presenti tutti i sindacati rappresentativi compreso lo Snadir (sindacato insegnanti di religione cattolica) si e' ritenuto che non c'erano margini per riconoscere ai docenti in questione, in quanto non di ruolo, l'elettorato passivo''.

(Red/Bdp/Lr/Pn/Adnkronso)